Ipertrofia prostatica , troppi uomini ancora ne trascurano i sintomi

L’ipertrofia prostatica benigna è una malattia molto diffusa fra gli uomini ma ancora sottovalutata soprattutto dai pazienti. Ecco un breve questionario per scoprirne i sintomi in modo preventivo.

Ipertrofia prostaticaL’ipertrofia prostatica benigna è una malattia della prostata che colpisce circa 6 milioni di italiani ogni anno; secondo le statistiche mediche colpirebbe circa la metà dei cinquantenni, più del 60% dei sessantenni e all’incirca l’80% dei settantenni.

Nonostante sia così diffusa, gli urologi e gli andrologi, segnalano che ancora troppi uomini ne sottovalutano i sintomi urinari, pensando che siano fenomeni normali dovuti all’età, e si presentano spesso rassegnati a sopportarli . Per questo tendono a rivolgersi allo specialista solo quando la loro vita quotidiana è fortemente compromessa o disturbata.

Purtroppo il ritardo nella diagnosi e quindi nel trattamento dell’ipertrofia, non fa altro che aggravare lo stato della malattia e la qualità di vita del paziente, anche quella sessuale, provocando spesso problemi erettili e/o eiaculazione precoce.

Per questo diagnosticare ed intervenire precocemente sull’ipertrofia prostatica è fondamentale.

 

LEGGI ANCHE: Trattamento naturale per l’Ipertrofia Prostatica Benigna

 

Il Quick Prostate Test (QPT)?

Il QPT è un breve e semplice questionario che permette una prima valutazione dei sintomi specifici dell’ipertrofia prostatica. E’ stato pensato per migliorare la comprensione dell’impatto e del potenziale evolutivo della malattia.

E’ composto soltanto da tre domande che inquadrano i principali sintomi urinari della malattia e quelli a maggior impatto sulla qualità di vita del paziente, ossia i più fastidiosi e disturbanti.

Riguardano infatti:

  • la nicturia, il bisogno di urinare durante la notte
  • la frequenza minzionale elevata
  • il tenesmo, sensazione di incompleto svuotamento della vescica.

Le domande relative alla nicturia e alla frequenza minzionale sono state scelte perché rappresentano i sintomi prevalenti e quelli a maggiore impatto sulla qualità della vita, percepiti come estremamente fastidiosi e disturbanti.

Quando può essere utile il QTP?

Il QPT può essere uno strumento utile come un primo livello di valutazione degli uomini con disturbi urinari, sia come strumento divmonitoraggio della terapia.

La risposta positiva ad una delle domande è sufficiente a richiedere un approfondimento, che potrà dare indicazioni sulla strategia terapeutica da attuare (ad esempio, se è il caso di avviare un trattamento medico, se variare quello in corso).

Ecco il Quick Prostate Test (QPT):

1. Nell’ultimo mese si è alzato almeno due volte a notte per urinare, da quando va a letto la sera, fino a quando si alza al mattino?  (Nicturia)
□ Si   □ No

2. Nell’ultimo mese ha avuto più volte difficoltà a trattenere l’urina nell’arco della giornata?(Urgenza)
□ Si   □ No

3. Nell’ultimo mese ha mai la sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica? (Disuria)
□ Si   □ No

 

Fonti:

– Peters  J, Urol 1997; DuBeau J Am Ger Soc 1995; Scarpa Eur Urol 2001; Echardt J  Urol 2001.

– Jacobsen J Urol 1996; McConnell NEJM 1998.

Scopri i benefici di un rimedio naturale contro l’ipertrofia prostatica:

SINGOLA-CONFEZIONE 3-Duprovit

 

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

Non ci sono prodotti