Malattie del pene: l’Andrologo Risponde

Grazie a tutti gli utenti che hanno partecipato al servizio di consulenza gratuita online “L’Andrologo Risponde”!

Abbiamo ricevuto tantissime domande; per una consultazione più veloce, abbiamo organizzato le risposte dividendole per Aree Tematiche. In questa sezione l’argomento riguarda i DISTURBI E LE MALATTIE AGLI ORGANI GENITALI in particolare alle malattie del pene. Troverete anche preziosi consigli per il trattamento dei sintomi dovuti ad alterazioni dermatologiche al pene.

 

Malattie del peneÈ importante, comunque, ricordare che la visita effettuata dal proprio medico costituisce il solo strumento diagnostico per un valido trattamento terapeutico. I consigli dati dai nostri specialisti devono essere recepiti semplicemente come indicazioni.

 

OGGETTO: DOLORE AL FRENULO E AL GLANDE

D: Buongiorno Dottore, da un po’ di tempo con la mia compagna abbiamo deciso di non avere più rapporti protetti. Dopo poco ho iniziato ad avvertire un dolore, sempre più forte, al frenulo e al glande. Può essere legato al fatto che non uso più il profilattico?

R: Credo sia saggio non giungere a conclusioni affrettate ma eseguire una visita dermatologica.

 

OGGETTO: POSSIBILE EDEMA AL GLANDE

D: Buonasera, sono un uomo di 27 anni; da qualche giorno è comparso una specie di rigonfiamento sotto il glande e toccandolo avverto dolore.  Ho notato anche che il glande, durante l’erezione, non raggiunge le solite dimensioni  e resta di colore chiaro, non si arrossa come al solito. Cosa potrebbe essere?

R: Potrebbe trattarsi di un edema del glande.  Consiglio di eseguire una visita urologica al fine di individuarne con certezza la causa.

 

OGGETTO: SANGUE NELLO SPERMA

D: Salve dottore , ultimamente alla fine di ogni rapporto noto che nello sperma ci sono tracce di sangue. Da cosa può dipendere?

R: Potrebbe derivare da un inizio di prostatite ( infiammazione della ghiandola prostatica ) . Comunque Le consiglio di eseguire una visita urologica, portando in visione allo specialista  il dosaggio del PSA TOTALE / LIBERO / RATIO ed una ecografia vescico-prostatica T.R. che farà dopo aver fatto il prelievo sanguigno per il PSA.

 

OGGETTO: SINTOMI PROSTATITE

D: Buonasera, ho 45 anni e da un paio di mese noto una cosa molto strana: insieme alle feci mi sembra di vedere una sostanza che sembra sperma. E’ il caso di fare alcuni esami?

R: La sua sintomatologia potrebbe essere legata ad una infiammazione della prostata che, magari insieme ad una leggera stitichezza, rende le feci più dure. E’ consigliabile sottoporsi ad una visita urologica per verificare lo stato della sua prostata.

 

Prova Crosvit, contro i sintomi delle affezioni e alterazioni della zona genitale maschile

Crosvit_1confezione 3-Crosvit 6-Crosvit

 

OGGETTO: POSSIBILE PROSTATITE

D: Gentile dott. sono un uomo di 35 anni e dopo un periodo di intensa attività sessuale ho iniziato ad avvertire l’esigenza di urinare spesso e una certa tensione perineale. Ho eseguito le analisi delle urine che sono risultate negative. Si può trattare di prostatite?

R: La diagnosi di una prostatite può essere corretta; una eventuale terapia antibiotica, anche coadiuvata dall’assunzione di sostanze naturali utili nelle prostatiti, potrebbe essere consigliabile se la sintomatologia non accenna a diminuire e comunque sempre previa visita urologica.

 

OGGETTO: CONTROINDICAZIONE DI FARMACI

D: Gentile dottore, ho quasi 40 anni e mi sto curando la prostatite cronica con ciproxin 1000 e supposte di topster.  Le controindicazioni di ciproxin sono a dir poco spaventose: in particolare calcificazione e possibile rottura dei tendini. Me lo conferma?

R: I effetti tra gli effetti collaterali della classe di farmaci c’è appunto la rottura del Tendine di Achille, per questo è consigliabile nel periodo di assunzione ed almeno una settimana dopo di astenersi da un intensa attività sportiva.

 

OGGETTO: DOLORE AL TESTICOLO

D: Ogni tanto avverto un certo indolenzimento al testicolo sinistro, compare per qualche giorno poi scompare. Sembrerebbe legato all’attività sessuale ma non ne sono sicuro. potete rassicurarmi o devo approfondire?

R: Direi di approfondire diagnosticamente il problema eseguendo una ecografia scrotale.

 

OGGETTO: MALATTIA DE LA PEYRONIE

D: Salve dottore, potrebbe darmi delle indicazioni precise riguardo a centri e/o specialisti a cui rivolgermi per avere suggerimenti e terapie per l’IPP (INDURAZIO PENIS PLASTICA ) o malattia de la PEYRONIE. Sono disponibile ad andare ovunque in Italia, purché si tratti di strutture qualificate. Grazie

R: Questa patologia presenta due fasi, una infiammatoria durante la quale è indicata una terapia medica e una nella quale la placca è stabilizzata e quindi la curvatura non progredisce più. In questa fase se la curvatura impedisce un normale rapporto sessuale è indicato l’intervento chirurgico. L’intervento viene eseguito in ogni buon centro di Urologia che si interessa anche di patologie andrologiche.

 

Crosvit, contro i sintomi delle affezioni e alterazioni della zona genitale maschile

Crosvit_1confezione 3-Crosvit 6-Crosvit

 

OGGETTO: FRENULO NON ROTTO

D: Buonasera dottore, nonostante io abbia rapporti sessuali costanti, da circa un anno il frenulo ancora non si è rotto. È normale? Si deve intervenire? Grazie

R: Il frenulo non si deve necessariamente lacerare, perchè se è sufficientemente elastico permette tranquillamente lo scorrimento della pelle e la scopertura del glande.

 

OGGETTO: USO IMPROPRIO DI POMPE PER ALLUNGAMENTO PENE

D: Credo di aver fatto una cavolata, forse ho abusato delle pompe ad acqua per l’ingrandimento del pene. Ora ho notato che la parte finale del pene è diventata molto scura, sembra quasi un ematoma. Forse mi si sono rotti i capillari per la troppa pressione. Sono preoccupato, cosa posso fare?

R: Le consiglio vivamente di farsi vedere da un medico andrologo soprattutto per escludere che si tratti di lesione grave. Attenzione a cosa si acquista per l’ingrandimento del pene! Consultate sempre uno specialista.

 

OGGETTO: LIQUIDO GIALLO CHE ESCE DAL PENE

D: È da un po’ di giorni che dal mio pene esce del Liquido giallino … Involontario e inoltre quando urino sento dolore.

R: Perdite di liquido dal pene sono compatibili con infezioni e malattie a trasmissione sessuale, quindi è necessario sentire il parere di un medico urologo.

 

OGGETTO: IPERSENSIBILITA’ DEL GLANDE POST INTERVENTO FIMOSI

D: Dottore, ho quasi 30 anni e 2 anni fa mi sono operato fimosi. Quasi da subito dopo l’intervento ho avvertito ipersensibilità del glande che è causa di dolore durante i rapporti sessuali. Uno specialista urologo mi ha consigliato l’uso di EMLA non rilevando nessun problema meccanico ma solo probabilmente un coinvolgimento di terminazioni nervose nel tessuto cicatriziale. Il problema persiste. Mi consiglia un consulto andrologico? Grazie

R: Consigliamo sicuramente una visita andrologica, perchè sembra evidente che nonostante le rassicurazioni del medico, il problema non sia risolto e quindi ci sia bisogno di una valutazione ancora più accurata.

 

Prova Crosvit, contro i sintomi delle affezioni e alterazioni della zona genitale maschile

Crosvit_1confezione 3-Crosvit 6-Crosvit

 

OGGETTO: POSSIBILE INFIAMMAZIONE AL PENE

D: Salve Dottore, il mio problema è iniziato con un leggero prurito mentre urinavo. La parte alta del glande era un po’ arrossata. Ho utilizzato un detergente intimo saugella 3.5. Il prurito si è calmato ma subito dopo ho notato che il glande iniziava a spellarsi, soprattutto nella parte bassa. Vorrei sapere cosa potrebbe essere.

R: Se il glande è arrossato può trattarsi di un’infiammazione, di un’infezione micotica o altro, potrebbe essere anche una candida, quindi le consigliamo una visita dermatologica che indaghi sull’origine e permetta allo specialista di indicarle il trattamento specifico. Intanto può agire sui sintomi quali il prurito e la desquamazione applicando una crema dermatologica specifica per la zona genitale maschile.

 

OGGETTO: DOLORE AL GLANDE

D: Gentile Dottore, avverto da qualche giorno un dolore al glande e ho notato che è un pò arrossato. Ho del Gentalyn Beta, va bene?

R: No, se non sa di cosa si tratta non è appropriato applicare preparati a caso.

 

OGGETTO: ECCESSO DI PELLE AL GLANDE

D: Salve, da sempre ho un eccesso di pelle sul glande, talmente evidente e forte che neanche durante l’erezione si scopre il glande.  Oltre al fattore estetico, il fatto di avere il glande sempre coperto rende difficile l’igiene. Volevo sapere se con una circoncisione il problema è risolvibile e se è convenzionabile.

R: La circoncisione è un’ottima soluzione per ridurre la pelle in eccesso, e l’intervento può essere fatto in convenzione solo se il medico stabilisce che allo stato attuale l’eccesso di pelle sia patologico e impedisca i rapporti sessuali.

 

OGGETTO: PENE CHE SI SCREPOLA

D: Dottore, da un paio di settimane ho notato che il mio pene ha iniziato a screpolarsi e si formano delle piccole pellicine, avverto anche un leggero dolore. Cosa può essere? Grazie

R: Possibile una balanopstite. Utile visita dermatologica/andrologica.

 

OGGETTO: SENSAZIONE DI FREDDO AL PENE

D: Salve, sono un giovane uomo e da un po’ di tempo ho una strana sensazione:  a volte non riesco ad avere l’erezione e sento freddo il pene, come gelare dentro . Cosa ne pensate? Cosa mi consigliate di fare? Ho provato anche con l’autoerotismo ma nulla, eppure non ho problemi di salute. Ho cambiato lavoro e ora non ho più mansioni d’ufficio ma devo fare attività molto pesanti e stressanti. Potrebbe essere questo?

R: Andrebbe eseguita una visita urologica per escludere la presenza di una prostatite. Ci tenga informati.

 

OGGETTO: CELLULARE E TUMORE AI TESTICOLI

D: Buongiorno, vorrei farvi una domanda su una questione di cui si parla molto. E’ vero che il cellulare può portare tumore ai testicoli e che ci sia quindi una  correlazione, tra il tumore del testicolo e il cellulare portato nelle tasche anteriori dei pantaloni per tutto il giorno?

R: Non ci sono ancora documentazioni supportate da studi controllati in doppio cieco. Può approfondire il nostro pensiero leggendo questo articolo Il cellulare in tasca è pericoloso?

 

 

Comments (7)

    Salve Dottore, mi chiamo Michele e ho 45 anni.
    Da un po di tempo a questa parte ho qualche problema, glande arrossato, un rossore che sembra essere sparito con l’applicazione di Canesten crema e l’assunzione di una compressa di Diflucan. L’assenza del rossore ha però messo in risalto il meato arrossato e un po gonfio e un rossore simile ad un capillare rotto nella zona glande e lungo tutto il frenulo. Tutto accompagnato da sporadico prurito e dolore (non bruciore) al tatto/sfregamento/rapporti sessuali. Mi rendo perfettamente conto che una visita specialistica sia la strada migliore da percorrere (cosa che sto cercando di fare), ma visto i tempi biblici della nostra sanità creda si possa ipotizzare qualcosa nel frattempo? Cordiali saluti, Michele

    Rispondi

      Gentilissimo,
      lei ha effettuato un trattamento che generalmente viene consigliato in caso di candidosi quindi mi fa pensare che già ha sentito il parere di un medico. il Diflucan viene utilizzato per il trattamento di infezioni micotiche e può essere usato per prevenire/trattare infezioni da Candida. Lei capisce bene che in questa sede non è semplice, per non dire possibile, fare una diagnosi che sia veritiera e rassicurante, fra l’altro non ho neanche informazioni sulle modalità e i tempi di assunzione del trattamento da lei indicato. E’ vero che i sintomi che descrive potrebbero far pensare ad una Candidosi e quindi potrebbe continuare il trattamento antimicotico. Ma in realtà gli stessi sitomi potrebbero anche segnalare altre affezioni e problematiche che richiederebbero terapie diverse. L’unico consiglio che posso darle è di effettuare quanto prima visitia dermatologica. Intanto provi ad applicare una crema A BASE NATURALE con azione antinfiammatoria, lenitiva e protettiva per ridurre rossore, gonfiore e fastidi. Molto buona ad esempio è Crosvit
      Cordiali saluti

    Salve dottore, ho 17 anni e quando avviene l’erezione mi accorgo che il pene non arriva perfettamente dritto ma rimane curvo in avanti… mi devo preoccupare?
    Cordiali Saluti

    Rispondi
    • Gentilissimo, il pene curvo è un problema che colpisce molti uomini. Nella maggior parte dei casi non genera problemi (se non un certo imbarazzo estetico) altre volte più dare dolore e disagio funzionale. Da quanto lei riferisce oltre ad una leggera curvatura non presenta alcun problema. Le consiglio comunque di parlarne serenamente con i suoi familiari di riferimento e di rivolgersi ad uno specialista andrologo per valutare la sua situazione.

    carissimo dottore sono pasquale ,la mia causa e che ci sono delle macchie bianche sul glande

    Rispondi

      Salve Pasquale,
      purtroppo in questa sede non è possibile stabilire in modo attendibile quale sia l’origine del suo problema: le cause di macchie bianche sul glande possono essere diverse (vitiligine, patologie infiammatorie come il lichen sclerosus genitale, ecc). Dovrebbe rivolgersi ad uno specialista dermatologo che, osservando da vicino il distretto cutaneo con strumenti appositi, potrà darle indicazioni più attendibili sia sulla diagnosi che sul trattamento.
      Cordiali saluti

    Salve Max,
    le cause di arrossomanto e bruciore al pene possono essere diverse e variare da persona a persona: cause di natura infettiva (es. Candidosi), non infettiva (eritema da farmaci, balanopostite, ecc) o microtraumi (taglietti al prepuzio). Il consiglio che possiamo darle è di rivolgerti ad dermatologo o ad un urologo o andrologo per comprendere la causa ed individuare il trattamento. Intanto può applicare 1-2 volte al giorno una crema uro-genitale naturale (molto buona è Crosvit)che può aiutarla ad alleviare i fastidi (rossore e bruciore), ma capire la causa è fondamentale perchè il problema non si presenti più.
    Cordiali saluti

    Rispondi

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

There are no products
1
Ciao,
per info e domande sui prodotti, sugli ordini o sul sito, clicca sul pulsante verde per contattarci via WhatsApp!
Rispondiamo dal lun al ven dalle 9.00 alle 18.00
Powered by