Problema alla prostata: rimedi naturali per alleviarne i disturbi

Per molti uomini un problema sessuale – che sia un problema alla prostata, o una difficoltà erettile o un problema eiaculatorio – è fonte di imbarazzo e vergogna. Trascurarlo non è di certo un atteggiamento adulto e sano. Anche perchè spesso questi problemi sono di facile risoluzione, senza neanche bisogno di ricorrere a farmaci.

problema alla prostata

Per molti uomini un problema sessuale – che sia un problema alla prostata, o una difficoltà erettile o un problema eiaculatorio – è fonte di imbarazzo e vergogna. Trascurarlo non è di certo un atteggiamento adulto e sano. Anche perchè spesso questi problemi sono di facile risoluzione, senza neanche bisogno di ricorrere a farmaci.

Accade spesso che, di fronte ad un disturbo della sfera sessuale, l’uomo si chiude in se stesso, cerca di nascondere il problema e assume un atteggiamento passivo, sperando che si possa risolvere spontaneamente senza dover rivolgersi ad uno specialista e senza ricorrere a cure e trattamenti vari. Eppure bisogna fare attenzione: un problema della sfera sessuale – che sia una prostatite, o una disfunzione erettile o un problema di eiaculazione precoce – a volte può essere risolto in modo molto semplice oppure può essere il campanello di allarme di altre patologie che invece necessitano di cure specifiche. Per questo è importante prima di tutto non perdere tempo, mettere da parte la vergogna e chiedere un consulto medico/specialistico e affrontare la questione in modo.

Parliamo ad esempio di un problema alla prostata, spesso fonte di imbarazzo per l’uomo tanto da arrivare ad ignorarne i sintomi.

La prostata è la ghiandola più importante dell’apparato genitale maschile, la cui funzione principale è la produzione del liquido seminale (20-30% del totale dell’eiaculato) ma che partecipa anche alla salute delle vie urinarie (attraverso la prostata infatti passa l’uretra, il canalino del tratto urinario dove passa l’urina). La salute della prostata può essere compromessa da infiammazioni prostatiti), oppure, con il passare degli anni o a causa di alte patologie, la ghiandola può ingrossarsi e aumentare di volume (ipertrofia prostatica benigna). Un problema alla prostata può minare la salute (anche sessuale) dell’uomo e causare problemi alla minzione, all’eiaculazione, all’erezione o alla defecazione.

Un problema alla prostata, di cui soffre una percentuale sempre più alta di popolazione maschile, può essere affrontata anche in modo naturale. Vediamo come!

 

Rimedi naturali per alleviare i sintomi e i disturbi di un problema alla prostata

I rimedi naturali per alleviare i sintomi e i disturbi di un problema alla prostata, per trattare una prostatite o una ipertrofia prostatica sono molti e spesso molto efficaci. Eccone alcuni.

 

AIUTI NATURALI NELLE PROSTATITI

La Serenoa Repens: è probabilmente il miglior trattamento a lungo termine per le prostatiti in quanto è in grado di ridurre l’infiammazione, il dolore e la frequente minzione notturna. E’ utile anche per i problemi erettivi e per l’impotenza ripristinando la libido. Deve essere usata dai 6 ai 12 mesi per un’ipertrofia prostatica e dai 3 ai 6 mesi per una prostatite. La serenoa ha anche un’azione antifiammatoria e spasmoltica sulla muscolatura delle vie urinarie. La contrazione dei muscoli prostatici favorisce infatti l’ostruzione dell’uretra, responsabile dei disturbi di minzione associati all’Ipertrofia prostatica beniga. Grazie a questi effetti, l’azione della Serenoa sul problema alla prostata può essere paragonata a quella della finasteride, il farmaco per l’ipertrofia prostatica.

Il Licopene: ricerche hanno dimostrato il suo ruolo nel mantenimento della salute della prostata, nella prevenzione di alcune malattie degenerative quali ipertrofia prostatica benigna.
L’ Ortica: la sua azione depurativa, diuretica e alcalinizzante rende questa pianta molto indicata per la salute delle vie urinarie.

La Boswelia: esercita un’inibizione selettiva su un enzima capace di stimolare la produzione di sostanze endogene che facilitano i processi infiammatori, con conseguente riduzione dei loro livelli nel sangue. Utile nelle infiammazioni e la salute della prostata.

 

AIUTI NATURALI NELL’IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA

Il Teupol 10P® titolato in Teupolioside rappresenta una molecola con attività inibitoria sulla 5-α-Reduttasi isoforma II, enzima deputato alla conversione del testosterone in DHT (Diidrotestosterone), molecola endogena avente elevata affinità sui recettori androgenici 1-2. Il DHT gioca un ruolo nello sviluppo e nell’evoluzione dell’Ipertrofia Prostatica Benigna e del tumore alla prostata.  Grazie a questo meccanismo inibitorio, è indicato nella prevenzione e nel trattamento della prostata ingrossata e per il benessere della ghiandola.

L’Equiseto è una pianta utilizzata a scopo terapeutico sin dall’antichità romana e greca, nelle affezioni infiammatorie della prostata. La titolazione in Silice organica, aiuta ad integrare il deficit che si riscontra nell’invecchiamento e che può portare a diverse patologie concatenate a questo. E’ utile anche nelle affezioni infiammatorie della prostata, per il suo effetto generale di decongestione a livello pelvico.

L’Ortica titolata in Betasitosteroli agisce sulla Aromatasi, citocromo P450 19A deputato alla conversione del testosterone in estradiolo; riequilibrando il rapporto androgeni/estrogeni. Ha inoltre un’azione depurativa, diuretica e alcalinizzante; ha un’azione disintossicante e antiinfiammatoria e, gli estratti di radice di ortica, hanno dimostrato una buona attività nel trattamento dell’ipertrofia prostatica.

L’estratto secco di Semi di Zucca contiene diverse sostanze che interagiscono in maniera competitiva sui recettori androgeni. È noto da tempo che i semi di zucchina contengono betasteroli strutturalmente simili agli androgeni ed agli estrogeni. Queste sostanze si sono dimostrate utili per abbassare i livelli di colesterolo e migliorare i sintomi dell’ipertrofia prostatica, effetto che sembra legato in parte alla capacità di inibire la conversione del testosterone in diidrotestosterone, ed in parte all’ostacolo offerto nei confronti del legame tra recettori degli androgeni e diidrotestosterone (ormone derivato dal testosterone per opera dell’enzima 5-alfa-reduttasi, coinvolto – tra l’altro – nell’iperproliferazione delle cellule prostatiche).

 

Naturalmente, va anche detto che per evitare un problema alla prostata e/o ridurne gli effetti, è importante anche mantenere uno stile di vita sano, un regime alimentare che limiti il consumo di carne a favore del pesce ricco di omega 3 ed evitare il consumo di alcolici.

Hai un problema alla prostata e cerchi un aiuto naturale? Scegli l’integratore giusto:

Prosvit-Prostatiti Duprovit-ipertrofia-prostatica

BIBLIOGRAFIA

1 Roberto Dal Toso, Francesca Melandri. Biotecnologie nella produzione di ingredienti vegetali – Estratto di Ajuga reptans titolato in Teupolioside. L’integratore Nutrizionale – 2009, 12 (2).

2 Marzari B, Benedusi A, Giuliani G, Buonocore D, Marzatico F. Ajuga reptans: attivita biologica dell’estratto secco titolato in fenilpropanoidi. Cosmet Technol. 2009.

3 Marzari B, Benedusi A, Giuliani G, Buonocore D, Marzatico F. Ajuga reptans: attivita biologica dell’estratto secco titolato in fenilpropanoidi. Cosmet Technol. 2009, 12 (1) 19-23.

4 Young Hye Cho, Sang Yeoup Lee, Dong Wook Jeong, Eun Jung Choi, Yun Jin Kim, Jeong Gyu Lee, Yu Hyeon Yi, and Hyeong Soo Cha, Effect of Pumpkin Seed Oil on Hair Growth in Men with Androgenetic Alopecia: A Randomized, Double-Blind, Placebo-Controlled Trial

Comments (3)

    E’ vero, a volte noi uomini ci vergognamo di ammettere (prima di tutto a noi stessi) di avere un problema sessuale. Io ho una ipertrofia prostatica benigna. Grazie dei consigli

    Rispondi
    • Grazie a te Sergio. Ci fa sempre piacere ricevere contributi dai nostri lettori!

      Sono d’accordo con Sergio, spesso gli uomini si vergognano ad ammettere di avere un problema della sfera sessuale. E le statistiche al riguado parlano chiaro: la Siams (Societa’ di andrologia e medicina della sessualita’) stima che circa il 90% della popolazione maschile non fa prevenzione, non consulta un andrologo e nel 50% dei casi non si sottopone a nessuna visita andrologica. Questo atteggiamento è dannoso sia per la salute dell’uomo che della coppia. Per questo consiglio a tutti di effettuare visite specialistiche almeno una volta l’anno, in particolare a partire dai 30 anni.
      http://www.wellvit.it/informazioni/87-inserisci-domanda

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

There are no products
1
Ciao,
per info e domande sui prodotti, sugli ordini o sul sito, clicca sul pulsante verde per contattarci via WhatsApp!
Powered by