I rimedi naturali contro la secchezza vulvare

La secchezza vulvare può essere la causa del dolore durante i rapporti sessuali, di pruriti e bruciori intimi. Come bisogna comportarsi e quali sono i possibili rimedi naturali alla secchezza vulvare?

secchezza vulvare rimedi naturaliLa secchezza vaginale e la secchezza vulvare sono problematiche femminili molto diffuse e spesso trascurate. La donna avverte un pò di fastidio e pensa che piano piano passerà da solo. Ma non è così: prurito e bruciore possono essere alleviati e anche prevenuti con rimedi naturali evitando che si trasformino in infiammazioni più serie e complicate da risolvere.

C’è differenza fra secchezza vaginale e secchezza vulvare?

Secchezza vulvare e secchezza vaginali sono entrambi dei disturbi caratterizzati da scarsa o assente lubrificazione che determina a sua volta un inaridimento delle mucose. Entrambi possono causare nella donna prurito, bruciori, irritazioni, arrossamenti, dolore durante i rapporti sessuali, cistiti. La differenza è che sono localizzati in due zone diverse dell’apparato genitale femminile. La secchezza vaginale si localizza nella vagina, ossia l’organo genitale interno; la secchezza vulvare si localizzainvece a livello dei genitali esterni, la vulva, coinvolgendo le grandi e piccole labbra. Non è raro che i sintomi si manifestino in entrambe le zone dell’apparato genitale femminile. In questo caso è più corretto parlare di secchezza vulvo-vaginale o secchezza genitale.

Secchezza vulvare rimedi naturali

La secchezza vulvare è molto frequente nella donne. A differenza di quanto molti credono, non è un disturbo tipico solo della menopausa ma può presentarsi a qualsiasi età.

La vulva, infatti, è una parte dell’apparato genitale femminile molto sensibile e facilmente aggredibile:

  • è molto esposta all’ingresso dei batteri (durante il rapporto sessuale o per scarsa igiene);
  • ad irritazioni dovute a detergenti, profumi intimi, all’uso di assorbenti, salva slip, di indumenti intimi sintetici;
  • a microtraumi, soprattutto durante i rapporti sessuali, ossia piccoleissime lesioni in cui i batteri trovano l’ambiente ideale per riprodursi e risalire verso la vescica scatenando la cistite.

Tutti questi fenomeni possono alterare l’ecosistema vulvo-vaginale, provocre secchezza vaginale e/o secchezza vulvare e rendere così la donna più esposta alle invasioni di germi che poi causano vaginiti e cistiti.

Rimedi naturali per la secchezza vulvare in menopausa

Quando la secchezza vulvare e/o la secchezza vaginale sono conseguenza della menopausa, il primo rimedio naturale per la secchezza intima in menopausa cui si pensa è quello farmacolaogico che prevede l’applicazione locale o l’assunzione orale di prodotti a base di ormoni.

Molte donne però non possono assumere estrogeni o preferiscono evitarli. In questi casi i fitoestrogeni, sostanze naturali che agiscono mimando l’azione degli estrogeni come il trifoglio rosso, la schisandra, la dioscorea e la maca peruviana, possono aiutare a ripristinare un certo equilibrio ormonale e contrastare i sintomi della menopausa. Queste piante, insieme all’applicazione locale di un gel lubrificante a base di acido ialuronico e d-Mannosio, possono porre rimedio alla secchezza vaginale in modo naturale e senza effetti collaterali.

Va anche tenuto conto del fatto che i rimedi naturali per la secchezza intima possono essere assunti o applicati anche in maniera preventiva, mentre i farmaci devono essere somministrati solo come cura, nel momento in cui compaiono certi sintomi.

 

frecciaProva i benefici dei rimedi naturali per la secchezza intima in menopausa: benessere della donna a 360°

 

Rimedi naturali per la secchezza vulvare ad ogni età

Molto spesso la secchezza vulvare e/o la secchezza vaginale si in età fertile, anche fra le giovanissime. Cosa fare in questi casi per prevenire e trattare i disturbi?

Quali buone abitudini quotidiane ….

Innanzitutto è importante tenere sempre sotto controllo il pH vaginale. Un pH nella norma, ossia intorno ai 4, è indice di un ecosistema vaginale sano e protetto dalle invasioni di germi che causano vaginiti e cistiti recidivanti. Il pH, inoltre, è un marker di trofismo tissutale, vaginale e vescicale che viene meno proprio con la caduta degli estrogeni. Un accorgimento semplice ma efficace è quello di utilizzare detergenti delicati per l’igiene intima quotidiana, con principi attivi capaci di idratare e proteggere la zona e di mantenere il corretto pH acido. E’ buona prassi anche fare attenzione all’igiene intima quotidiana, durante il ciclo mestruale e dopo il rapporto sessuale.

Quale prodotto naturale usare per prevenire etrattare la sechezza intima ….

Può essere molto utile applicare un gel all’acido ialuronico, d-Mannosio, calendula, malva e Aloe. Come prevenzione, può essere applicato una volta al giorno e  prima del rapporto sessuale. In caso di sintomi come bruciore, prurito e irritazione, sarebbe bene applicarlo localmente anche due volte al giorno.

Recentemente molti studi hanno dimostrato come alcune sostanze naturali possano agire contro la ridotta secrezione vaginale. Tra questi di particolare interesse è risultato l’utilizzo di creme per la secchezza vulvare e gel a base di acido ialuronico a basso ed alto peso molecolare. Questo, in sinergia con altre sostanze naturali dalle proprietà lubrificanti, emollienti, antibatteriche, aiuta a ripristinare e mantenere l’equilibrio dell’habitat vulvo-vaginale potenziandone le difese senza alterare l’equilibrio dell’ambiente vaginale.

 

kendra-singola-confezione kendra-3-confezioni kearvit-6-confezioni

 

 

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

1
Ciao,
per info e domande sui prodotti, sugli ordini o sul sito, clicca sul pulsante verde per contattarci via WhatsApp!
Powered by