Squirting: l’eiaculazione femminile

Prima di leggere il post su questa particolarità legata all’ eiaculazione femminile, ascoltate il brano di seguito riportato.


Bene …  ora sapete di cosa parliamo e forse chi di voi non aveva mai trovato nessuna che lo irrorasse di “nettare d’amore” o chi semplicemente non avesse mai sentito parlare nè di eiaculazione femminile nè di Squirting, ora avrà le idee più chiare sull’argomento.

 

Eiaculazione femminile o squirtingForse non tutte lo sanno, ma l’eiaculazione non è una peculiarità unicamente maschile. Anche le donne possono rispondere all’orgasmo con l’eiaculazione. A dire il vero l’eiaculazione femminile è abbastanza rara e non tutte la sperimentano con facilità, ma in termini tecnici si parla di squirting o gushing.

Più precisamente,  se durante l’eiaculazione femminile  il liquido è espulso con violenza e a getti si parla di Squirting, se invece le quantità sono minori e la forza d’espulsione bassa si parla di Gushing.

 

 

Lo Squirting: particolare eiaculazione femminile

Lo squirting è una particolarità dell’ eiaculazione femminile che consiste nella fuoriuscita di un liquido dall’uretra, ultimo tratto delle vie urinarie, a seguito delle contrazioni muscolari che si sviluppano nelle strutture genitali durante l’orgasmo provocato dalla stimolazione del punto G o del clitoride. Molti confondono questo liquido con l’urina, ma non è affatto così. Questo liquido fu infatti analizzato per la prima volta nel 1981 da un team di scienziati, i quali giunsero alla conclusione che si trattava di una sostanza molto similare allo sperma maschile. Di certo non si trattava di urina.

Lo squirting: da cosa è provocato

Eiaculazione femminile stepCome già detto, lo squirting è legato alla stimolazione del punto G che, a dispetto del nome, non è un punto definito, ma un’area più o meno estesa che si trova all’interno della vagina in corrispondenza della vescica. Gli scienziati ci insegnano che il nostro punto G altro non è che il corrispettivo della prostata maschile.
Il funzionamento dello squirting è stato spiegato per la prima volta in maniera completa nel 2002 dall’endocrinologo italiano Emanuele Jannini. Il liquido dello squirting viene prodotto da alcune ghiandole che si trovano intorno all’uretra. Queste ghiandole si riempiono di liquido durante l’attività sessuale, per poi svuotarsi con l’orgasmo. Grandezza e quantità di queste ghiandole varia da donna a donna, e proprio per questo non tutte possono provare l’esperienza dello squirting.

 

Testimonianze

Diverse donne che hanno provato l’ eiaculazione femminile, in particolare lo squirting affermano che è strettamente collegato alla stimolazione del clitoride o del punto G. Alcune dicono di provarlo solo con un uomo che amano profondamente e col quale vivono un’intimità molto coinvolgente. Altre invece raggiungono lo squirting solo tramite la masturbazione. Alcune addirittura sostengono di esserci arrivate solo dopo anni e anni di costante masturbazione del punto G.

Secondo chi l’ha provata, l’eiaculazione femminile sarebbe un’esperienza profondamente piacevole e soddisfacente. Ma allo stesso tempo esistono numerose donne che non l’hanno mai provata, ma hanno comunque una vita sessuale appagante. Come sempre, in fatto di sesso, ogni donna è fatta in modo diverso e vive un’esperienza a sè.

 

Come fare

“Imparare” a raggiungere lo squirting (eiaculazione femminile) è possibile! In giro per il web troverete molte tecniche; noi vi suggeriamo questa.

Primo passo
Per un’eiaculazione femminile potente, prima di tutto trova il muscolo che si colloca intorno alla parte dell’uretra all’interno della vagina. A proposito, anche la vagina è formata da muscoli, i muscoli pubo-coccigei del pavimento pelvico o PC Si tratta del training che sono co-responsabili dell’intensità delle sensazioni che si prova quando si fa l’amore. Se i muscoli della tua vagina sono poco allenati, puoi fare un esercizio per tonificarli: premere e rilasciare i muscoli. E’ un esercizio che si può fare ovunque, in qualsiasi momento, non è faticoso ed è anche molto piacevole.  Tonificando i muscoli vaginali, si amplifica la sensibilità e di conseguenza l’orgasmo arriva più facilmente, più velocemente e dura anche di più.

Secondo passo
Massaggia la parte dell’uretra nella tua vagina con due-tre dita. Spingi forte, ed aspetta che ti arriva lo stimolo di fare la pipi. Questo segno significa che sei pronta ad eiaculare. Adesso piazza un altro dito appena sotto alla parte dell’uretra che si trova esternamente, e comincia a masturbarlo come fai con il clitoride. Facendo questo te ne accorgerai che i due canali, quello all’interno e all’esterno della tua vagina sono pieni e forse addirittura sono dolorosi: hai altri 29 canali all’interno che stanno spingendo. Sei quasi prnta ad una eiaculazione femminile fantastica!

Terzo passo
Continua a masturbarti, e quando sei vicino all’orgasmo spingi fuori la parte della uretra e fai come se volessi fare la pipi. Il liquido uscirà, forse come un spruzzo o un getto.

 

La tua lubrificazione vaginale è scarsa? Hai orgasmi poco soddisfacenti? Prova un rimedio naturale ed efficace!

stimolante-kendra-gel-ubrificante stimolante-lubrificante-vaginale

 

LEGGI ANCHE:
Squirting: per poche o per tutte?
Tecniche per farla Squirtare

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

Non ci sono prodotti