IL TESTOSTERONE

Il testosterone è un ormone steroideo che appartiene al gruppo degli androgeni, ossia al gruppo degli ormoni maschili (DHEA, DHT, ecc…). Anche se è il principale ormone maschile, il testosterone viene prodotto anche dalla donna; la differenza sta nel fatto che gli uomini lo producono in una quantità 10 volte superiore rispetto alla donna.

Il testosterone nell’uomo viene prodotto dai testicoli (mentre nella donna dalle ovaie) e principalmente ha effetti sulle caratteristiche sessuali:

  • favorisce lo sviluppo del pene e dello scroto
  • è determinante nella produzione di sperma
  • determina l’abbassamento del tono della voce
  • stimola la crescita dei peli sul corpo ed il viso
  • influisce sulla forma del corpo e la massa muscolare
  • controlla la distribuzione dei grassi
  • incide sul desiderio sessuale, la libido e l’erezione.

Come viene prodotto il testosterone

ciclo del testosterone

La maggior parte del testosterone – circa il 95% –  è prodotto dai testicoli, più precisamente all’interno delle cellule di Leydig situate nei testicoli. Il restante 5% viene sintetizzato dal DHEA (ormone capostipite degli ormoni steroidei) all’interno delle ghiandole surrenaliche.

Vediamo più nel dettaglio il Ciclo del Testosterone Maschile, ossia come avviene la produzione naturale di testosterone:

  1. l’ipotalamo, che collega il sistema nervoso a quello endocrino, rilascia un ormone chiamato ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH).
  2. Il GnRH stimola la ghiandola pituitaria situata alla base dell’ipotalamo che rilascia due ormoni: l’ormone luteinizzante (LH) e l’ormone follico-stimolante (FSH).
  3. Dopo che la ghiandola pituitaria ha rilasciato l’LH o l’FSH nel flusso sanguigno, entrambi gli ormoni giungono nelle cellule di Leydig, situate nei testicoli.
  4. A questo punto, nei testicoli, l’FSH da inizio al processo di spermatogenesi, mentre l’LH trasforma il colesterolo in testosterone, per poi rilasciarlo nel flusso sanguigno.

Questo processo di produzione è un ciclo continuo:  il cervello monitora continuamente la produzione e i livelli di testosterone nel sangue; se diventano troppo alti, ne interrompe il rilascio. Ecco perchè, se assumiamo testosterone attraverso il doping o la terapia ormonale sostitutiva, l’organismo smette di produrre il testosterone fisiologico.

Come varia la produzione di Testosterone nella vita?

stimolatore del testosteroneLa produzione giornaliera di testosterone è un processo che dura per tutta la vita MA non è uguale per sempre, diminuisce con l’avanzare dell’età.

La produzione media nell’uomo può essere così schematizzata:

  • dalla nascita fino a circa i 10 anni di età 1 mg/giorno ;
  • durante l’adolescenza fino ai 30 anni, tra i 5 mg/giorno e 7 mg/giorno. Questo aumento nei livelli di testosterone contribuisce alla comparsa dei caratteri maschili come il timbro di voce più basso, la barba e i peli sul corpo, l’aumento della statura e l’aumento in dimensioni del pene.
  • dopo i 30 anni la produzione di testosterone giornaliera inizia a calare in modo naturale di circa il 2% ogni anno
  • con l’avanzare dell’età si subisce un ulteriore diminuzione fino alla brusca diminuzione durante la terza età.

Ma la produzione di testosterone non cambia soltanto in base all’età ma è influenzata anche da altri fattori:

  • Fattori genetici.
  • Stile di vita. La sedentarietà fa diminuire molto il testosterone, mentre l’attività fisica lo fa aumentare.
  • Fattori psicologici ed emotivi. Il testosterone influisce molto sull’autostima e sull’umore.
  • Stile alimentare. Ci sono cibi e comportamenti che diminuiscono il testosterone come: l’alcol, le sigarette, gli stupefacenti, i cibi spazzatura, i pesticidi contenuti nei vegetali, gli ormoni delle carni di allevamento industriale. E ci sono cibi che contribuiscono ad aumentarlo come: le carni rosse, le uova, il colesterolo e alcuni tipi di grassi alimentari.

Inoltre la produzione di testosterone subisce variazioni continue durante le 24 ore. Di notte, verso le ore 01.00, si ha il picco minimo di produzione, per poi aumentare fino a raggiungere il picco massimo e mantenersi tale fino alle 06.00-12.00. Dopo di che, nel pomeriggio, subisce di nuovo una diminuzione.

I sintomi del testosterone basso

I sintomi del testosterone basso nell’uomo si manifestano su più apparati dell’organismo.

Nel caso in cui la condizione si verifichi prima dello sviluppo puberale, può provocare ritardo nella pubertà. Mentre nell’uomo adulto, il testosterone basso può essere la causa di:

  • disfunzione erettile
  • calo del desiderio
  • infertilità mschile
  • caduta dei capelli
  • insonnia e problemi psicologici (diminuzione dell’autostima e depressione)
  • riduzione della massa muscolare

Inoltre può aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiache, diabete mellito, osteoporosi, anemia.

un aiuto naturale

Avere il testosterone basso può comportare dei sintomi anche molto pesanti sulla salute e il benessere generale dell’uomo, anche sulla vita sessuale. Ecco perchè è importante riconoscerne i sintomi ed intervenire subito. Tesvit forte è un integratore alimentare che stimola la produzione naturale del Testosterone, aumentandone i livelli nel sangue. Inoltre è naturale al 100% e non ha effetti collaterali. Perché non provare?

* Se hai dubbi in merito alle tue condizioni fisiche, ai sintomi e ai rimedi farmacologici, ti invitiamo a consultare sempre il tuo medico di fiducia. I contenuti di questo sito hanno finalità informative e non possono in alcun modo sostituire la consulenza di un professionista.

Non ci sono prodotti