Anche gli uomini possono soffrire di vampate di calore?

Anche gli uomini possono soffrire di vampate di calore? Sì, con l’andropausa (e non solo) anche i maschi possono avvertire le fastidiose caldane, sintomo molto frequente nella donna in menopausa. Vediamo cosa sono le vampate di calore e perchè possono venire anche agli uomini.

vampate di caloreIl fenomeno delle vampate di calore, o più comunemente caldane, è un sintomo molto frequente nella donna in menopausa che si ricollega a variazioni ormonali. Nella donna la menopausa è un processo piuttosto rapido che solitamente avviene attorno ai 50 anni che determina dapprima delle alterazioni della normale ciclicità mestruale fino alla successiva completa scomparsa dei cicli (da cui il termine menopausa).

Ma con l’avanzare dell’età anche gli uomini possono manifestare sintomi legati a una ridotta produzione di ormoni sessuali. Superati i 40 anni, la produzione di testosterone, il principale ormone sessuale maschile, subisce un calo graduale ma progressivo. Anche la secrezione di ormone della crescita, dei fattori di crescita insulino-simili (IGF), dell’ormone paratiroideo e dell’ormone melanocito-stimolante si riduce nell’età adulta sino a risultare pressoché assente in età senile.

In genere nei maschi il calo della produzione di ormoni sessuali è molto più graduale che nelle donne e l’insorgere di sintomi sia fisici che psicologici  è molto sfumato tanto che, molto spesso, non sempre viene rilevato.

Definizione di Vampate di calore

Una vampata di calore è una sensazione di intenso calore, di norma associata a sudorazione profusa e aumento dei battiti cardiaci, che si manifesta all’improvviso nella parte superiore del corpo, a partire dal volto, dal collo o anche dal petto.  Possono presentarsi occasionalmente o più volte al giorno; ogni episodio dura pochi minuti e la cute può diventare arrossata e calda al tatto.

Quando le vampate si manifestano durante la notte causando così problemi di insonnia.

Le vampate di calore maschili – Possibili cause

Anche se in maniera meno eclatante e fastidiosa rispetto alla donna, le vampate possono verificarsi anche nell’uomo. Già dopo i trent’anni, infatti,  ma più di frequente dopo i cinquanta, non sono pochi gli uomini che avvertono questo fastidioso sintomo.

Le vampate di calore maschili nella maggior parte dei casi sono collegate all’andropausa e dipendono da un brusco calo del livello di testosterone, ma non è detto che sia solo questa la causa. Altri fattori che possono scatenare il sintomo sono:

  • la terapia farmacologica per combattere il tumore della prostata
  • l’assunzione di altri farmaci come i vasodilatatori (quelli per la disfunzione erettile o quelli per curare l’angina pectoris)
  • possono essere il sintomo di pressione alta, ipertiroidismo, abuso di alcolic.

Ecco perchè è sempre bene non sottovalutare le vampate di calore e rivolgersi ad un medico che saprà valutare l’origine del problema e dare consigli opportuni.

Come alleviare le vampate di calore

Se le vampate di calore dipendono dal calo ormonale e non da altre patologie o problemi che necessitano trattamenti specifici, in realtà non si può fare molto. Nel momento in cui si manifestano potrebbe essere utile bagnarsi il viso con acqua fresca, ma è anche importante indossare abiti leggeri e non sintetici, meglio se in fibre naturali come lana e cotone.

Bisogna poi evitare di consumare alcolici e caffè, ma anche carni grasse e cibi piccanti che tendono a surriscaldare ulteriormente il corpo: da preferire frutta, cereali e verdura, oltre a carni bianche e pesce. Bisognerebbe anche evitare il sovrappeso: perdere i chili in eccesso mangiando meno e facendo una sana attività fisica può lenire i fastidi delle vampate.

Anche  la componente psicologica gioca un ruolo importante nella gestione delle vampate di calore maschili: ansia e stress acuiscono la percezione del calore e lo rendono meno tollerabile.

Nel caso in cui i disturbi siano evidenti si possono utilizzare dei rimedi naturali per ripristinare una condizione di equilibrio. Le piante e le sostanze naturali più efficaci in questo tipo di problematiche legate al calo del testosterone sono il fieno greco, l’arginina, lo zinco e il selenio, meglio se in combinazione fra loro in un unico preodotto.

TESVIT-SINGOLA-CONFEZIONE 3-TESVIT 6-TESVIT

Lascia un commento

Hey, so you decided to leave a comment! That's great. Just fill in the required fields and hit submit. Note that your comment will need to be reviewed before its published.

Non ci sono prodotti